Trattamento delle ferite croniche: combinazione della terapia a pressione negativa e della radiofrequenza pulsata


La corretta guarigione delle ferite cutanee croniche rappresenta una problematica sanitaria di notevole rilevanza, soprattutto nel campo della chirurgia ricostruttiva. Ad oggi, sono state sviluppate numerose tecniche per migliorare il processo di guarigione delle ferite e, tra queste, la terapia a pressione negativa e la radiofrequenza pulsata sono due delle modalità di trattamento delle lesioni dei tessuti molli che più comunemente vengono adoperate nella pratica clinica.

La terapia a pressione negativa delle ferite, come dimostrato da diverse evidenze scientifiche, innesca, in seguito all'attivazione di una serie di cambiamenti biochimici, la proliferazione cellulare e l'angiogenesi, ovvero la formazione di nuovi vasi sanguigni, processo quest'ultimo fondamentale per il raggiungimento di una guarigione ottimale. La radiofrequenza pulsata, utilizzata nella guarigione delle ferite sia croniche sia acute, nel trattamento del dolore e dell'edema associato alle lesioni, accelera il processo di guarigione stimolando la proliferazione delle cellule del derma e la sintesi del collagene, il principale costituente della pelle e dei tendini.

Uno studio recentemente pubblicato nella rivista Plastic and Reconstructive Surgery ha dimostrato, per la prima volta, che la combinazione di queste due tecniche nel trattamento delle lesioni croniche favorisce una guarigione cutanea migliore e più veloce rispetto alla gestione delle lesioni con le singole tecniche. In particolare, gli autori hanno testato l'efficacia delle tecniche singole o in combinazione in modelli murini che presentavano ferite cutanee dorsali e i risultati dello studio hanno mostrato un miglioramento significativo del processo di guarigione delle ferite.

Inoltre, la terapia combinata ha mostrato una maggiore produzione di collagene rispetto alle singole terapie, favorendo il processo di riepitelizzazione. Dunque, questa terapia combinata potrebbe in futuro rappresentare una modalità di trattamento delle lesioni cutanee in grado di favorire un processo di guarigione più veloce.


Fonte:
Chen B, et al. Complementary effects of negative-pressure wound therapy and pulsed radiofrequency energy on cutaneous wound healing in diabetic mice. Plast Reconstr Surg 2017;139(1):105-17.


Pubblicato il 4 luglio 2017

Con il patrocinio di

logo fofi